DEDICATO A

QUESTO SITO È DEDICATO ALLA MEMORIA DELLA GIOVANE C. T. CHE IN UN GIORNO DI TARDO INVERNO, ALL'IMPROVVISO, È PARTITA PER UN ALTRO CAMMINO DI VITA, FORSE PIÙ IMPORTANTE DI QUELLI TERRENI.

E A TUTTI COLORO CHE VORRANNO AVERE INFORMAZIONI AGGIORNATE SUI CAMMINI DI SANTIAGO, VIA FRANCIGENA DA CANTERBURY, CAMMINO DI FRANCESCO E CAMMINO DELL'ANGELO E GLI AGGIORNAMENTI DELLE GUIDE REDATTE DA RICCARDO LATINI.

Contatto Email
Copyright© 2010-2014

Graphic, tests & php by RL & GDC

Il sito è apartitico, aconfessionale e NO PROFIT.

L'utilizzo di qualsiasi parte del sito per fini commerciali verrà perseguito a norma di legge. Tutti i marchi e loghi in queste pagine sono di proprietà dei rispettivi proprietari e autori.

Immagini Cammini

VIA FRANCIGENA: Guida Via Francigena da Canterbury alle Alpi (Passo del Gran San Bernardo) Aggiornamenti al marzo 2016

La Guida Via Francigena da Canterbury alle Alpi è uscita nel 2011 e in questi anni lungo il percorso ci sono state delle novità. La Via Francigena da Canterbury è ancora un Cammino giovane e in Francia ancora poco frequentato se paragonato alla massificazione dei Cammini Jacopei in Spagna e Francia e, come tutte le cose nuove e vive, soggetta a cambiamenti anche repentini. La Via Francigena fino al passo del Gran San Bernardo se percorsa per intero è un Cammino particolare, non solo per la sua lunghezza, circa 1.000 km, ma anche per le sue caratteristiche. Alcune tappe sono lunghe e non sempre si trova accoglienza pellegrina con frequenza come sugli altri Cammini. Ci vuole esperienza e capacità di adattamento, soprattutto se si ha percorso solo il Cammino Francese in Spagna, dove tutto è organizzato e sicuro.

Per l’alloggio si consiglia chiedere informazioni aggiornate presso gli Uffici Turistici e comunque è bene telefonare con almeno un giorno di anticipo.

Le carte indicate nelle singole tappe – IGN in scala 1:25000 – sono carte francesi e in Italia si possono trovare in una grande libreria, tipo Feltrinelli. Oppure in librerie in Francia o anche nei negozi dei distributori di benzina. Ma come indicato nella Guida in oggetto sono molto care e ne servono molte.

In alternativa molto più economica: se è in possesso di uno smartphone o di un piccolo tablet (anche un modello a prezzo economico) si possono scaricare delle applicazioni gratuite che consentono di visualizzare le carte anche senza connessione internet (offline): Offline Maps, France maps, ecc. Tra le migliori: MAPS.ME.

E’ sufficiente avere una connessione domestica di internet anche wii-fii e poi selezionare lo Stato e con pazienza attendete che la sezione cartografica scelta, generalmente sono divise per regioni amministrative, si carichi sullo smartphone o tablet.

Qui di seguito gli aggiornamenti più significativi.

PERCORSO e ALLOGGIO

INGHILTERRA. 

Canterbury. Per avere la Credenziale, se ancora non l’avete, e informazioni aggiornate sul percorso fino a Dover ci si può rivolgere alla biglietteria della Cattedrale o all’Ufficio Turistico della città. Per prenotare l’alloggio: Canterbury Visitor Information Centre, The Butter Market, 12-13, Sun St. Canterbury, Kent CT1 29HX. Tel. 01227-37.81.00.  www.canterbury.co.uk

Per Dover recentemente è stata aperta una pista ciclabile – Cycle Route 16 – fino a Shepherdwell, percorso comodo anche per i camminanti. www.sustrans.org.uk

Dover. Attraversamento della Manica. La P&O Ferries non pratica più sconti per chi si dichiara pellegrino sulla Via Francigena.

FRANCIA. 

Gli Alberghi della Gioventù (Auberge de Jeunesse) forniscono alloggio esibendo solo la credenziale (prezzi tra i 17-20 euro). Non è più necessario iscriversi all’Associazione Internazionale Alberghi Gioventù ed esibire la tessera.

Tappa 2. Variante da Calais a Guines. Da Calais se non si vuole seguire il percorso indicato nella Guida, lungo la costa per Wissant e poi deviare nell’interno per Guines, dal centro di Calais si può seguire il Canal de Calais St-Omer e poi a destra il Canal Calais-Guines che costeggia la D127 e conduce a Guines dove si raggiunge in breve il Camping Bien Assise con accoglienza pellegrina. E’ un precorso non ufficiale e non segnato di circa 13 km, meno bello, però più diretto e breve (si risparmia un giorno di Cammino), utile in caso di necessità, rispetto ai 32 km del percorso descritto nella guida.

Tappa 6 Bruay-la-Brussiére –  Arras. Auberge de Jeunesse chiuso.

Tappa 11 Tugny et Point –Tergnier. A Tergnier c’è la stazione ferroviaria con numerosi alberghi anche se diversi negli ultimi anni hanno chiuso. Per l’alloggio in alternativa si può prendere il treno per St-Quintin, una decina di minuti di viaggio, e visitare la cittadina che ha una antica storia. Il giorno dopo si può ritornare a Tergnier e riprendere il Cammino.

Tappa 12 Tergnier – Suzy e Saint Gobain (su variante). L’Hotel de la Rose chiuso.

Tappa 15 Corbeny – Reims. A causa dell’intenso traffico che si è sviluppato negli ultimi anni sulla D1044 per Berry-au-Bac e la D944 per Reims (percorso più diretto e lineare) si consiglia di seguire le strade dipartimentali D61, D530, D330 (già indicate nella Guida) che, pur non essendo il percorso più diretto e quindi più lungo, garantiscono però maggiore sicurezza soprattutto in caso di maltempo.

Tappa 18 Châlons-en-Champagne – Le Meix-Tiercelin. Le Meix-Tiercelin, Il Centro sociale per disabili indicato nella guida sembra non accolga più i pellegrini, la Gite d’Etape Colombar è chiusa (la titolare era molto anziana), eventualmente informarsi in loco per sapere se ha riaperto con nuova gestione.

Tappa 21 Bar-sur-Aube – Chateauvillan. A Chateauvilla ci sono locali per l’accoglienza dei pellegrini con credenziale. Chiedere alla parrocchia o al Syndacat d’initiative.

Tappa 23 Mormant – Langres. Langres: L’Auberge de Jeunesse è chiuso. La parrocchia, dopo le 17, mette a disposizione tre posti letto per pellegrini con credenziale. Da Mormant a 3 km, fuori dal percorso descritto, in località Leffonds c’è il B&B La Cressonniere rue de la Cresonniere, 21. 60-70 euro la doppia. Tel. 0325012945 – cell. 0675327243.

Tappa 25 Champlitte – Dampierre-sur-Salon. Da Champlitte fino al confine svizzero il percorso della Via Francigena è stato ben segnalato dall’Associazione Amici del Cammino di Besançon.

Tappa 27 Gy – Besançon. All’Ufficio Turistico di Besançon danno informazioni aggiornate sul percorso segnato, che, dopo i lavori della nuova viabilità, adesso è percorribile in alternativa al percorso descritto nella guida lungo la ciclabile che segue il fiume le Doubs. Dal centro della città in circa un’ora si sale per stradine e sentieri verso la Chapelle de Buis, la collina che domina la città e dove c’è accoglienza pellegrina presso l’Ermitage Franciscain de la Chapelle des Buis, chiedere di Frère Vincent. Tel. +33 (0) 381.813.325.  vpottier@gmail.com   franciscains.besancon@wanadoo.fr

Tappa 28 Besançon – Etalans. Se si è pernottato a l’Heremitage Francescain si prosegue seguendo i chiari segni lungo sentieri collinosi fino a Montfaucon.

Tappa 29 Etalans – Mouthier-Haute-Pierre. Dopo Fallerans, a causa della scarsa manutenzione lunghi tratti del sentiero indicato nella guida non sono più percorribili, si consiglia di seguire la strada nazionale N57 e poi con deviazione, a destra, sulla strada dipartimentale D27e per Vernierfontaine (ma l’Auberge Paysanne e la Gite d’Etappe Gaulard indicate nella guida sono chiuse), oppure proseguire diritti lungo la N57 per Nods dove adesso c’è accoglienza pellegrina presso la Marie (Municipio) Tel. +33 (0) 381.600.406. maire.nods@orange.fr

Bernard Véronique Bernard Tel. +33 (0) 381.600.032. bernard.pfb@orange.fr Telefonare per avvisare.

SVIZZERA

Nuovo percorso alternativo per entrare in Svizzera a Orbe lungo la valle di Jugne e ricollegarsi al percorso descritto nella tappa 33. E’ un percorso per Losanna più breve di oltre 40 km e può far risparmiare un giorno di cammino. Da Pontarlier ancora in Francia si seguono le indicazioni come descritto nella tappa 31 fino all’abitato di La Fourgs. Da La Forges invece di proseguire per Le Gran Bourne – confine svizzero – si va a destra lungo il sentiero che risale i rilievi (alt. max 1190 m) e poi scendere verso gli abitati di Les Hopitaux Vieux e Les Hopitaux Neufs fino a giungere a Jougne (circa 21 km per 5,30 h di camminata). Da Jougne a Lausanne sono circa 52 km che si possono dividere in due tappe: Jougne-Orbe e Orbe-Lausanne. Da Jougne per Orbe lungo sentieri ben segnati e poi da Orbe seguire la descrizione della Guida, tappa 33. Nell’Uffici Turistico di Pontalier in Francia e in quelli nelle cittadine in Svizzera forniscono informazioni aggiornate sul percorso e dove trovare alloggio.

Tappa 31 Pontalier – Saint Croix. Saint-Croix. Percorso descritto nella guida: l’Auberge de Jeunesse è chiuso.

Tappa 33 Orbe – Lausanne. Da Orbe il percorso segnato VFN70 segue un itinerario più a nord-ovest che attraversa Romainmothier, con il suo antico monastero, Cossanay Vufflers-la-Ville, Bussigny-prés-Lausanne e raggiunge Losanna da sud-ovest. E’ un percorso più lungo e senz’altro non è l’itinerario di Sigerico. Si consiglia di seguire il percorso indicato nella guida o i comodi sentieri del Tourisme Pedestre fino a Losanna. Da Chavornay in caso di maltempo si consiglia di seguire la strada cantonale per Penthéréaz e poi per Goumoens-la Ville, da qui si può proseguire come descritto nella Guida. A Losanna nella Basilica de Notre-Dame (place de Riponne) timbrano la Credenziale ai pellegrini di passaggio e danno informazioni aggiornate sulla Via Francigena in Svizzera.

Tappa 34 Lausanne – Montreux. I dislivelli indicati nella guida, 500 in salita e 540 in discesa, s’intendono quelli del panoramico percorso interno tra i vigneti, nella premessa indicato come variante 2. Il percorso descritto non ha dislivelli di rilievo in quanto si svolge lungo la sponda del lago.

Tappa 37 Martigny – Orsières. Il sentiero che da Martigny conduce a Bovenier in caso di maltempo viene chiuso per impercorribilità e smottamenti dovuti alle piogge. E’ un sentiero impegnativo anche con il bel tempo e che richiede passo fermo. In alternativa si può seguire la stretta strada più a valle che collega le due località, oppure, sempre in caso di maltempo, si può prendere il trenino o l’autobus n. 133 per Bovenier e da lì riprendere il percorso segnato VFN70.  Per gli orari: www.fahrplanfelder.ch

Tappa 38 Orsières – Passo del Gran San Bernardo.  I dislivelli indicati sono un errore di stampa. Il percorso della VFN70 per il passo è il tipico percorso di montagna in costante salita e brevi falsopiani. Da Orsières a 870 m slm per il Gran San Bernardo a 2.473 m slm sono circa 1.650 m in salita e circa 200 m in discesa.

Rispondi viandante


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: