DEDICATO A

QUESTO SITO È DEDICATO ALLA MEMORIA DELLA GIOVANE C. T. CHE IN UN GIORNO DI TARDO INVERNO, ALL'IMPROVVISO, È PARTITA PER UN ALTRO CAMMINO DI VITA, FORSE PIÙ IMPORTANTE DI QUELLI TERRENI.

E A TUTTI COLORO CHE VORRANNO AVERE INFORMAZIONI AGGIORNATE SUI CAMMINI DI SANTIAGO, VIA FRANCIGENA DA CANTERBURY, CAMMINO DI FRANCESCO E CAMMINO DELL'ANGELO E GLI AGGIORNAMENTI DELLE GUIDE REDATTE DA RICCARDO LATINI.

Contatto Email
Copyright© 2010-2014

Graphic, tests & php by RL & GDC

Il sito è apartitico, aconfessionale e NO PROFIT.

L'utilizzo di qualsiasi parte del sito per fini commerciali verrà perseguito a norma di legge. Tutti i marchi e loghi in queste pagine sono di proprietà dei rispettivi proprietari e autori.

Immagini Cammini

CAMMINO DI SANTIAGO a piedi: lo zaino del moderno pellegrino.

LO ZAINO DEL PELLEGRINO

È sempre molto difficile dare consigli su cosa portare sul Cammino. Tutti sono più o meno concordi nel dire che bisogna portare solo il minimo indispensabile, ma poi ognuno interpreta questo concetto in modi molto diversi. Bisogna considerare che ogni indumento, oggetto, ha un peso, magari modesto, ma sommati produce un carico che la schiena e le gambe devono sostenere. Di fatto ogni etto di peso in più a fine giornata sono chili che hanno pesato e agito sulla struttura ossea e muscolare. Chi ha già esperienza sa già cosa portare e cosa lasciare a casa. La lista che segue vuole essere solo uno spunto per chi non ha esperienza e non sa come regolarsi. La regola è quella di non eccedere oltre i 10 kg per i maschi e gli 8 kg per le donne, compreso l’acqua e il cibo di scorta per la giornata di Cammino.

Non prendere l’elenco alla lettera, perché vuole essere solo un punto di riferimento. Probabilmente troverete cose superflue e ne mancheranno altre per voi importanti.

I Cammini attraversano paesi e città, dove è possibile comprare quello che eventualmente dovesse servire strada facendo. Il Cammino non è un trekking himalayano! Ricordiamo a chi utilizza l’aereo per i trasferimenti di fare attenzione a non portare nel bagaglio a mano oggetti proibiti (coltellino, forbicine delle unghie, liquidi, creme, …). Vedi anche articolo specifico: Cosa portare in aereo come bagaglio a mano.

  • Lo Zaino
    • Ddeve avere una capacità di circa 30/40 litri e che vuoto non deve eccedere 1 kg di peso. La capienza dello zaino varia sopratutto al peso e all’altezza dei singoli. Di solito il peso dello zaino carico non dovrebbe essere superiore al 10% del peso corporeo.
    • 1 copri zaino impermeabile
  • Un marsupio dove mettere:
    • Carta di Identità
    • Bancomat europeo o Carta di Credito. Ottime le carte ricaricabili, come la PostaPay-VisaEletronic (Attenzione! verificare le eventuali commissioni applicate all’estero: alcune carte non le hanno, ma altre le hanno molto salate!)
    • Credenziale
    • Tessera sanitaria
    • Portamonete con soldi per le spese quotidiane
    • Fazzoletti di carta
    • Occhiali da sole
  • Per dormire:
    • 1 sacco a pelo modello tecnico (peso max 600/700 g)
    • 1 sacco lenzuolo (facoltativo)
    • 1 tappetino sotto sacco a pelo
    • 2 tappi per orecchie (per chi ha il sonno leggero in certi rifugi affollati potrebbero diventare indispensabili)
  • Per camminare:
    • 2 bastoncini da escursionismo regolabili, più pratici del classico bastone in legno (bordone), utili soprattutto in discesa e su certe salite che aiutano a scaricare il peso anche del 20%,
    • 1 borraccia per l’acqua da circa 0,75 l (può essere sostituita con bottiglie in plastica da mezzo litro, facilmente acquistabili nei negozietti lungo il Cammino e riempite di volta in volta).
    • Per la stagione fredda può essere utile 1 borraccia in alluminio da 0,75 l con tappo a vite per bevande calde,
    • 1 lampada frontale con pile di scorta,
    • 1 lampada a mano (torcetta) piccola da tasca,
    • 1 orologio (quello tecnico con barometro, altimetro e bussola è facoltativo).
    • gps facoltativo e forse inutile soprattutto sul Cammino Francese fin troppo pieno di segni e frecce,
  • Abbigliamento. Oltre a quello che s’indossa:
    • Scarpe escursionismo basse per l’estate e alte per la stagione più fredda (ben collaudate),
    • Sandali da escursionismo: sono facoltativi, però utili per alternarli con gli scarponcini in caso di necessità nella stagione più calda,
    • 2 paia di calze da escursionismo,
    • 1 cappello a falde larghe e bandana,
    • 1 poncho impermeabile o giacchetta impermeabile,
    • 2 pantaloni lunghi (o allungabili) da escursionismo,
    • 1 camicia in tessuto tecnico,
    • 2 magliette in tessuto tecnico,
    • 3 paia di mutande in cotone o microfibra.
    • 1 pile leggero,
    • Nella stagione più fredda, è meglio aggiungere:
      • 1 paio ghette basse (nella stagione più fredda per ripararsi dalle pozzanghere e fango),
      • Berretto in pile con copri orecchie e/o bandana in pile,
      • 1 paio di guanti antivento e antipioggia,
      • 1 giacca tecnica antivento/antipioggia invernale,
      • 1 paio di occhiali da sole lenti gialle (utili anche per il vento e la pioggia battente),
      • 2 paia camice tecniche da escursionismo stagione fredda,
      • 1 maglia tecnica a maniche lunghe,
      • 1 calzamaglia in micropile per notte (facoltativa).

      Gli indumenti più ingombranti si consiglia di inserirli in buste di plastica per indumenti comprimibili (senza aria) per recuperare spazio e proteggerli dalla pioggia e dall’umico che nelle giornate di pioggia intensa non sempre il copri zaino impermeabile e sufficiente a garantirne l’isolamento interno.

  • Pulizia personale
    • 1 confezione sapone marsiglia solido o liquido (si può usare per lavarsi e per fare il bucato)
    • 1 dentifricio e spazzolino,
    • 2 rasoi usa e getta (per gli uomini),
    • 1 crema liquida tipo Prep (consigliata serve anche per gli arrossamenti da vento e scottature da sole),
    • 2 asciugamani in microfibra piccoli,
    • 1 forbicina e limetta unghie (se non comprese nel kit pronto soccorso),
    • 1 ciabatte per doccia (in alternativa sacchetti di plastica da utilizzare per posare i piedi nei vani doccia),
    • 3/4 metri di corda per stendere, una decina di mollette piccole o in alternativa una decina di spille da balia misura grande.
  • Pronto Soccorso
    • Piccola borsetta di pronto soccorso con cerotti vari misure, cerotto a rotolo, garze, rotolo garzato piccolo, bustine disinfettanti, forbici piccole e pinzetta.
      In commercio si trovano piccoli kit pronto soccorso a cui si potrà aggiungere una confezione piccola di Betadine e cerotti per vesciche (tipo Compeed).
    • Per curare le vesciche: cerotti specifici per vesciche, serie di aghi e 1 rocchetto piccolo di filo bianco
    • Medicinali (consigliati):
      • Analgesico (1 blister),
      • Tachipirina (1 blister),
      • Aspirina (1 blister),
      • Imodium (1 confezione in compresse),
      • 1 confezione di Vaselina o crema emoliente per i piedi,
      • Crema solare ad alta protezione per il periodo estivo.
  • Alimentari di scorta (facoltativo)
    • Alcune bustine: caffè solubile, thé, zucchero e sale,
    • barrette energetiche, bustina di frutta secca, caramelle miele e/o alle vitamine.
  • Varie
    • 1 piccolo kit cucito d’emergenza,
    • 1 tazza-bicchiere in metallo per bevande calde,
    • 1 bicchiere plastica gomma retrattile,
    • 1 coltellino tipo svizzero con posate da viaggio (attenzione agli eventuali controlli aeroportuali!),
    • 1 porta carte in plastica impermeabile, per carte geografiche e descrittivi Cammino,
    • 1 quaderno,
    • 1 block notes piccolo,
    • 1 biro,
    • 1 matita con gommino per cancellare,
    • 1 Guida del Cammino,
    • 1 carta geografica Spagna o del Cammino in scala 1:25mila (anche in fotocopie, poi si lasciano negli Albergue quando non servono più),
    • 1 Macchina fotografica compatta, con sufficienti schede di memoria di ricambio, batterie di scorta e/o ricaricabili,
    • 1 cellulare con caricabatteria (le prese in Spagna sono uguali alle nostre, non servono adattatori),
    • 1 lettore MP3 con musica (facoltativo).

Rispondi viandante


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: